Elezioni Catalogna 2015: Mas e Junqueras, lista unica per l’indipendenza (c’è anche Guardiola)

Postato il

La presentazione delle elezioni 2015 in Catalogna: voto pro o contro l’indipendenza

È già iniziata a tutti gli effetti la campagna che porterà alle Elezioni 2015 in Catalogna, uno dei due importanti appuntamenti politici in programma nel finale di anno in Spagna, assieme alle Elezioni generali che si celebreranno a novembre o dicembre. In entrambi i casi sarà interessante seguire con attenzione il voto, con un significato che supera i confini spagnoli e arriverà a ridefinire – in ogni caso – alcune dinamiche dell’Unione Europea.

Le elezioni che rinnoveranno il parlamento di Catalogna si celebreranno domenica 27 settembre 2015. Si tratta di un appuntamento anticipato di quattordici mesi rispetto al previsto. L’annuncio della data è arrivato il 14 gennaio di quest’anno da parte dell’attuale presidente, Artur Mas.

Ancora una volta è l’indipendenza della Catalogna l’argomento su cui ruota l’intera campagna elettorale. Dopo il referendum solo simbolico del 9 novembre scorso (con l’80% dei votanti che ha detto sì all’indipendenza), Artur Mas torna alla carica e vuole rendere il 27-S la data in cui i cittadini catalani possano realmente decidere se staccarsi o meno dalla Spagna.

La strategia di Mas è chiara ed è diventata ufficiale dal 14 luglio, con l’annuncio di unpatto elettorale tra Convergència (oCDC, Convergencia Democrática de Cataluña, partito di cui Mas è presidente)ed ERC (Esquerra Republicana de Catalunya, cui leader è Oriol Junqueras): le due principali forze indipendentiste si presenteranno il 27 settembre con una lista unica, che si propone di raggruppare anche i partiti minori a favore dell’indipendenza. La lista unitaria avrà come punto principale del suo programma la volontà di rendere la Catalogna indipendente. Non farà parte dell’accordo il partito CUP (Candidatura d’Unitat Popular), che rappresenta il volto più radicale dell’indipendentismo di sinistra.

Non salire sul treno dell’indipendenza – ha detto Mas – ci farà finire su una strada morta, e questo non interessa a nessuno“. Il piano della lista in caso di vittoria è quella di dichiarare la secessione entro sei-otto mesi dopo il voto. Il capolista di Convergència-ERC sarà un politico non direttamente collegato ai due partiti: è Raül Romeva, eletto europdeputato nel 2004 con la lista dei Verdi Catalani, che El Mundo definisce “il Varoufakis spagnolo”. Anche il numero due e il numero tre della lista per l’indipendenza saranno personaggi scelti al di fuori dei partiti, mentre Mas e Junqueras saranno in quarta e quinta posizione.

Grande forza mediatica per il nome dell’ultima persona che sarà nella lista indipendentista: si tratta infatti di Pep Guardiola, l’attuale allenatore del Bayern Monaco. Il tecnico catalano, che si è sempre detto a favore del processo di indipendenza, fa un passo in avanti e – chiarendo di non avere alcuna ambizione di sedersi al parlamento catalano – sarà comunque uno dei candidati e dunque importantissimo supporter di Mas.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...