NON CONDIVIDO L’ALZABANDIERA

Postato il

Leggo che al plesso Stefanini di Mestre l’anno scolastico si apre in cortile con alzabandiera ed inno nazionale e vedo la relativa foto. Mio padre mi racconta quando Figli della Lupa e Balilla facevano altrettanto al sabato Fascista o ad ogni altra celebrazione di regime ed, effettivamente, una breve scorsa alle fotografie d’epoca svela inquietanti analogie. Reputo l’irreggimentazione ed il lavaggio cerebrale di bambini e ragazzini insopportabile in ogni regime , soprattutto in una sedicente democrazia. E lo trovo vieppiù odioso qui, nel mio Veneto, colonizzato da un’Italia che dopo averlo annesso con il raggiro, dissanguato in guerre disastrose, con condanna a morte della meglio gioventù al grido “Savoia”, vi drena oggi 21 miliardi di residuo fiscale all’anno, che se rimanessero sul territorio muterebbero la vita e le aspettative di nuove e vecchie generazioni, e soffoca sistematicamente qualsiasi anelito di autodeterminazione; un’Italia che con arroganza ignora, nega, quando non irride, una storia ultra millenaria, di una grandezza tale che il solo confronto appare imbarazzante. E i Veneti che , in gregge, si radunano in queste improvvisate caricature di piazza d’armi sono vittime della sindrome di Stoccolma. Usque tandem?             Renzo Fogliata

Un sentito ringraziamento all’avvocato Renzo Fogliata dell’articolo.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...